il cofanetto SAIS

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image

IL COFANETTO DI FOTOGRAFIE DELLA SOCIETÀ’ AGRICOLA ITALO SOMALA (SAIS).

Il cofanetto proviene probabilmente dalle carte del Senatore Felice Bensa ; l’attribuzione è stata possibile poiché all'interno del cofanetto stesso è stata rinvenuta una busta a lui indirizzata. Il mittente della busta era il capo della Segreteria di S.E. il Sottosegretario di Stato al Ministero delle Colonie, Magg. Comm. Giuseppe Buselli. La busta nulla ha a che fare con le fotografie, bensì contiene un biglietto del Sottosegretario che accompagna alcuni tagliandi della Lotteria di Tripoli da lui acquistati per conto del Senatore Bensa. Con ogni probabilità il senatore non era il destinatario finale del cofanetto, infatti nei due fogli manoscritti anch'essi trovate nel cofanetto egli non è nominato. E’ possibile che il Senatore ne fosse in possesso per motivi comunque legati alle sue attività parlamentari o alle sue conoscenze personali. Il primo dei due fogli (con due liste) è una carta intestata del Duca degli Abruzzi, o meglio di un suo aiutante di campo, come si vede dall'intestazione (Il Capitano di Vascello R.N. a disposizione di S.A.R.).

La lista in facciata (lista 1 a) è intitolata – “Nuovo album 2° ……” e contiene 25 nomi, personaggi non particolarmente conosciuti..

La lista sul retro (lista 1 b) è intitolata –“……….” E contiene 16 nomi che rappresentano l’elite del sistema, dal Re a Mussolini.

Il secondo foglio, di dimensioni più ridotte, è anonimo ed anch'esso porta due liste.

La lista in facciata (lista 2 a) è intitolata –“Persone che hanno ricevuto la 2° serie - a …. Fotografie SAIS” e contiene 31 nomi, molti dei quali già presenti nella lista 1 a.

La lista sul retro (lista 2 b) è intitolata –“Persone che hanno ricevuto le fotografie … …. ….. il 1° album” e contiene 30 nomi, già presenti nella lista 1 b.


BIBLIOGRAFIA

  1. Bibliografia della Società Agricola Italo-Somala (1920-1942), a cura di Ernesto Milanese, Istituto Agronomico per l'Oltremare, Firenze, Società editrice Fiorentina, 1998 La Bibliografia propone 240 opere a stampa riguardanti la Società Agricola Italo-Somala dalla nascita fino alla guerra mondiale. Il lavoro si rivolge non solo a chi sia interessato alle vicende della Società – che fu forse la più grande azienda privata in Africa – ma anche a chiunque sia alla ricerca di informazioni sull'agricoltura dell'epoca, coloniale e nativa, nella Somalia centro-meridionale. Il volume è arricchito di cronologie e comprende, oltre a quello degli autori, un indice dei nomi e delle località.
  1. Lavoro e sperimentazione agricola in Somalia: la Società Agricola Italo-Somala e la canna da zucchero in Somalia, Istituto Agronomico per l'Oltremare, Firenze, Società Editrice Fiorentina, 2000 L’Istituto Agronomico per l’Oltremare ha realizzato assieme al Museo della Civiltà Contadina la mostra fotografica sull’attività della SAIS in Somalia con particolare riferimento alla coltivazione e trasformazione della canna da zucchero, della quale questo catalogo è una sintesi. Le immagini di questa mostra, prodotte per la maggior parte dalla SAIS, provengono dalla Fototeca dell’Istituto Agronomico per l’Oltremare e testimoniano un lungo periodo storico ed un’esperienza tecnica particolarmente importante per l’Italia, per la Somalia ed anche per il nostro Istituto. Nella drammatica storia della canna da zucchero, “la prima responsabile – secondo molti storici – della diffusione della schiavitù nelle campagne dei tropici”, le vicende della sua coltivazione in Somalia, negli anni dell’amministrazione coloniale e fiduciaria italiana, rappresentano, tutto sommato, un episodio di secondaria importanza. Il paese del Corno d’Africa non trova posto, infatti, tra quelli la cui storia è stata radicalmente cambiata, agli inizi dell’età moderna, dalla diffusione del sistema delle piantagioni (nei tropici americani), dall’avvio della tratta degli schiavi (dalle coste occidentali dell’Africa) e dalla diffusione del gusto del dolce (nell’Europa occidentale). E non rientra neppure tra i paesi pionieri – a partire dalla metà del XIX secolo – della coltivazione della canna in terra d’Africa e titolari, ancor oggi, delle maggiori produzioni in questo continente.
  1. L'Opera della Società Agricola Italo-Somala in Somalia. BIGI F. - FUNAIOLI V. - GATTI V. Significato e valore delle realizzazioni, delle espeienze e degli studi compiuti dalla S.A.I.S. nei suoi 44 anni di vita. Introduzione di A. Maugini. Milano, Società Agricola Italo Somala, 1970, in-8, tela, doppio tassello in pelle, titolo oro. Con ritratto di S. A.R. Luigi di Savoia Duca degli Abruzzi e numerose tavv. da foto originali.


lista 1 b contiene 16 nomi che rappresentano l’elite del sistema, dal Re a Mussolini
lista 1 a “Nuovo album 2° ……” contiene 25 nomi
elenco dattiloscritto delle fotografie divise per fascicolo
biglietto del sottosegretario che accompagna alcuni tagliandi della Lotteria di Tripoli da lui acquistati per conto del Senatore Bensa